Gita (Viaggio di istruzione)

Rev. novembre 2019

Il viaggio d’istruzione è un’importante occasione per completare e approfondire le conoscenze acquisite in classe; la sua programmazione è quindi di competenza dell’intero Consiglio di Classe.

 Il Consiglio di Istituto delibera all’inizio dell’anno le regole (durata, destinazioni, costo massimo, numero minimo di partecipanti e accompagnatori e propone una serie di percorsi didatticamente motivati.

 Le regole da rispettare sono:

 i partecipanti devono essere almeno i 2/3 dei componenti della classe;

  • gli accompagnatori devono essere insegnanti della classe (un docente ogni 10/15 alunni circa, un docente per gruppo se il viaggio è effettuato con altre classi, due accompagnatori se la classe è da sola) e va all’estero.

 È possibile chiedere un viaggio di:

 2 gg per le classi prime e seconde

  • 3 gg per le classi terze e quarte
  • 4 gg per le classi quinte

 Per ogni classe è necessario tenere conto dei budget annuali stabiliti dal C.d.C.

I docenti possono scegliere se effettuare il viaggio sul territorio italiano o all’estero per tutte le classi.

Per i viaggi che prevedono l’aereo vale la pena di ricordare che i prezzi individuali dei voli sono spesso notevolmente diversi da quelli che escono all’atto della prenotazione dei gruppi che prevedono costi più elevati per la politica commerciale delle compagnie low-cost. Di questo dovranno essere informati da subito gli studenti.

 Si ricorda inoltre che:

 è indispensabile verbalizzare anche i nominativi di eventuali docenti supplenti;

  • tutte le operazioni di raccolta e custodia delle autorizzazioni delle famiglie devono essere effettuate dai docenti;
  • la caparra, corrispondente alla 1° rata e costituente il 30% dell’ammontare del costo, non sarà in nessun caso restituita in caso di recesso.

 Nella caratterizzazione specifica dell’indirizzo sportivo si sono identificati due momenti, organizzati su più giorni in strutture specializzate, dedicati alla sperimentazione di attività sportive che non si praticano normalmente a scuola:

  • un’attività nel mese di febbraio per la pratica degli sport invernali per tutte le classi a indirizzo sportivo, indipendentemente dal raggiungimento dei 2/3
  • un’attività nel mese di marzo chiamata settimana verde

Ogni classe deve essere accompagnata da uno o due docenti del Consiglio di classe, fra essi uno sarà l’insegnante coordinatore del viaggio che avrà il compito di definirne gli obiettivi didattici e verificarne il conseguimento.

La scelta del mezzo di trasporto e dell’eventuale sistemazione in albergo, nel rispetto della normativa vigente anche in termini di sicurezza, dovrà essere fatta sulla base di un apposito bando di gara.

Le classi che nel periodo antecedente il viaggio o nel corso di viaggi e uscite precedenti non hanno tenuto un comportamento corretto, non potranno essere autorizzate a effettuare l’iniziativa.

In alcune occasioni è accaduto che alcuni studenti, contraddistintisi per il loro comportamento particolarmente scorretto, non siano stati autorizzati a effettuare il viaggio con il resto della classe.

VIAGGI_ISTRUZIONE_RICHIESTArevGenn15BIS.doc

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY.
Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.