Verifica (pianificazione e restituzione)

Rev. gennaio 2020

Il Consiglio di Classe, all’inizio dell’anno scolastico, stabilisce e verbalizza il numero massimo di verifiche e interrogazioni che possono essere fissate in un giorno.

Questa deliberazione viene condivisa in Consiglio con la componente dei genitori e degli studenti, invitando gli studenti e le famiglie a segnalare ai Docenti, in corso d’anno, il superamento del numero massimo di prove scritte e interrogazioni orali.

Solo al fine di consentire quali verifiche, sia scritte sia orali, siano state programmate per ultime, i Docenti annotano in agenda oltreché la verifica anche la data in cui è stata programmata.

Qualora i Docenti in questione non modificassero la programmazione delle verifiche o delle interrogazioni, studenti/genitori potranno segnalare il problema al Delegato.

L’inerzia della segnalazione da parte degli studenti o dei genitori equivale ad accettazione della programmazione stessa.

Le verifiche devono essere riconsegnate agli alunni entro massimo 15 giorni dall’esecuzione e, in ogni caso, con un congruo anticipo rispetto alla data fissata per la nuova verifica per la quale i contenuti, le conoscenze e le abilità valutate nella precedente verifica possono costituire prerequisiti.

Il termine fissato può essere superato soltanto per comprovate esigenze oggettive e documentate del Docente (malattia, scambi…).

È necessario che il Docente dedichi in classe un momento per commentare, spiegare, correggere la verifica, riproponendo alla lavagna lo svolgimento della stessa od offrendo agli studenti la possibilità di chiedere chiarimenti sulla verifica corretta appena consegnata.

Di questa attività va lasciata traccia sul registro elettronico.

È altresì importante (partecipazione condivisa nel progetto didattico-educativo, trasparenza nella Pubblica Amministrazione…) che la famiglia (se lo ritiene necessario) possa prendere visione della verifica o mediante consegna della verifica in originale o permettendo allo studente di farne una copia fotografandola con il proprio cellulare.

La consegna della verifica va registrata sul registro elettronico. Il Docente lascia traccia sul registro elettronico anche della modalità di consegna alla famiglia della verifica (originale o copia fotografica). Non è indispensabile che il genitore firmi la verifica per presa visione.

Lo studente è obbligato a riportare la verifica entro la lezione successiva, pena una sanzione disciplinare mediante la registrazione di una nota sul registro elettronico. Si ricorda che la verifica è un atto formale della Pubblica Amministrazione e, come tale, va conservata con cura per essere archiviata per tutta la durata del percorso di studio dello studente.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella COOKIE POLICY.
Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.